Dove conviene cambiare Euro in Yen

Come riconoscere un buon tasso di cambio e scoprire dove conviene cambiare gli euro in yen per viaggiare in Giappone.

Yen

Sei in procinto di partire per un viaggio in Giappone e ti stai chiedendo dove sia più conveniente cambiare gli euro in yen giapponesi? Non preoccuparti, sto per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per capire dove ti conviene effettuare il cambio valuta, evitando di finire nelle grinfie di chi vuole spillarti soldi tramite commissioni elevate e tassi di cambio poco chiari.

Cambiare gli euro in yen in Italia

Scegliendo di cambiare gli euro in yen in Italia prima di partire, avrai una cosa in meno a cui pensare durante il viaggio, e risparmierai così un po’ del prezioso tempo da trascorrere in Giappone.

Io consiglio sempre di fare il cambio in banca, in quanto i tassi applicati dalle banche sono generalmente i più convenienti. Fai comunque attenzione, perché non tutte le banche applicano le stesse commissioni, e proseguendo la lettura ti spiegherò come riconoscere un buon tasso di cambio da uno meno vantaggioso.

Un problema comune a chi vive in provincia o in piccole città, è che la filiale locale della propria banca non abbia a disposizione la valuta giapponese. Per questo motivo è opportuno recarsi allo sportello almeno un mese prima della partenza, così da poter prenotare l’importo richiesto in yen.

Sono invece da evitare gli sportelli per il cambio valuta che si trovano comunemente negli aeroporti italiani, nelle stazioni più trafficate e nei centri di alcune città: tranne qualche eccezione, i tassi di cambio proposti sono decisamente svantaggiosi.

Cambiare gli euro in yen in Giappone

Se non hai modo di effettuare il cambio in una banca della tua zona, non preoccuparti: puoi rimediare appena arrivi in Giappone. Negli aeroporti giapponesi, compresi ovviamente Narita e Haneda, ci sono degli sportelli per il cambio valuta che potrai utilizzare per convertire in yen tutti i contanti che ti sei portato dall’Italia.

Rispetto al cambio in banca ci rimetterai probabilmente qualcosina, ma tutto sommato si tratta di una piccola differenza, in quanto i tassi di cambio che si trovano generalmente negli aeroporti giapponesi sono molto più onesti della controparte italiana.

Per trovare i tassi migliori in Giappone, anziché fare il cambio in aeroporto, potresti recarti direttamente in banca: molte filiali bancarie infatti hanno uno sportello dedicato proprio al cambio valutario. Per i pochi euro risparmiati però si rischia di perdere un sacco di tempo, aggiungendo al viaggio inutili complicazioni. E’ per questo che consiglio, a chi deve cambiare euro in yen in Giappone, di togliersi il pensiero appena arriva in aeroporto.

Come accorgersi se il cambio è buono

Il cambio euro/yen è variabile, e può subire oscillazioni notevoli anche nell’arco di pochi giorni, o addirittura in una sola giornata. La prima cosa da sottolineare è che non troverai mai, da nessuna parte, un tasso di cambio più vantaggioso rispetto a quello stabilito dal mercato valutario, a meno che non ci sia qualcuno interessato a regalarti dei soldi.

Siccome sia le banche che le società di cambio lavorano per guadagnare, e non per regalare denaro, tutti i tassi che troverai in giro si discosteranno sempre un po’ dal valore ufficiale stabilito dal mercato. La cosa importante, a cui devi fare attenzione, è di quanto i valori si discostano da quelli reali.

Sembra complicato? Ti faccio un esempio pratico e capirai subito.

Facciamo finta che il cambio ufficiale, che puoi verificare in tempo reale, corrisponda a 1=135: significa che in quel momento il valore di un euro ammonta a 135 yen giapponesi.

Se allo sportello del cambio valuta ti propongono un tasso di pochi punti inferiore a quello reale (ad esempio 1=131) puoi procedere tranquillamente perché si tratta di un cambio onesto.

Nel caso in cui, al contrario, il tasso di cambio proposto fosse molto inferiore a quello reale (ad esempio 1=115) ti conviene rivolgerti altrove.

Per capire se il tasso di cambio è conveniente io mi regolo in questo modo:

  • da 0 a 5 punti di differenza: buono;
  • da 6 a 10 punti di differenza: mediocre;
  • da 11 a 20 punti di differenza: pessimo;
  • da 21 a 30 punti di differenza: terribile;
  • oltre 30 punti di differenza: chiama la polizia!

Prelevare contanti in Giappone con carta di credito o prepagata

Volendo è possibile prelevare yen in contanti direttamente in Giappone, utilizzando la propria carta di credito o prepagata presso gli ATM internazionali disponibili negli uffici postali, nei konbini della catena 7eleven, e anche in alcune banche come Citibank.

Io sconsiglio di affidarsi esclusivamente a questo metodo, perché per vari motivi può capitare che la propria carta non funzioni, ed in assenza di altre riserve di denaro c’è il rischio di ritrovarsi nei guai. Il mio consiglio è sempre quello di portarsi sia le carte di credito che i contanti, in modo da tutelarsi il più possibile dagli imprevisti.

Faccio presente che ogni carta di credito o prepagata applica diverse commissioni per i prelievi all’estero. Per verificare a quanto ammontano queste commissioni rivolgiti alla banca o alla società che ha emesso la carta.


Andrea Secco
ANDREA SECCO
Founder di ItaliaJapan.net, del GiappoTour e di GiappoLife. Vivo a Tokyo, dove mi occupo di marketing e strategie web. Ho una grande passione per i viaggi e per la scoperta di culture diverse, la stessa passione che cerco di trasmettere quando racconto le mie esperienze in questo strano e meraviglioso Paese del Sol Levante.
Puoi trovarmi anche su Youtube e Facebook.